Come sfruttare al meglio Wine2Wine 2015

 Un'immagine da Wine2Wine 2014

Un'immagine da Wine2Wine 2014

Torna anche quest’anno negli spazi della Fiera di Verona la due giorni dedicata all’aggiornamento professionale nel mondo del vino: Wine2Wine, il forum sul business del vino. Questa volta, non saremo tra i relatori, ma saremo comunque presenti tra il pubblico e a disposizione di chi volesse incontrarci (per fissare un veloce appuntamento, potete usare il modulo "Contattaci!" in basso a destra in questa pagina, oppure cercarci con l'app di messaggistica Telegram).

Come già nel 2014, anche questa volta la scelta dei workshop è molto ampia, e spazia dal marketing all’esportazione, dalla normativa agli scenari di mercato. Ce n’è per tutti i gusti, ma poiché, non potendo sdoppiarsi, uno può assistere solo a una conferenza alla volta, sarà bene scegliere con attenzione quali seguire. L’obiettivo di questa creatura di Vinitaly è dare alle aziende del vino, che nei giorni di Vinitaly sono giocoforza inchiodate nei rispettivi stand,  la possibilità di avere un’idea di come gira - o dovrebbe girare - il mondo del vino: quali sono le tendenze (presenti e future), le opportunità, le problematiche, gli strumenti di cui è possibile dotarsi.

Sul web è possibile già ora sapere quali saranno gli argomenti toccati e chi saranno i relatori: gli organizzatori infatti quest’anno hanno adottato un’ottima app per eventi, Sched, che permette di avere sott’occhio tutto quello che serve sapere senza distrazioni, e di costruire la propria agenda. I workshop, tra l'altro, sono ripartiti per grandi aree tematiche, ciascuna di un colore diverso, sicchè una volta in Fiera basterà seguire questa specie di legenda per trovare subito anche la sala dove si tiene l'incontro.

Come già per Vinitaly e qualsiasi evento del vino in genere, iscriversi e… vivere alla giornata, scegliendo di volta in volta cosa fare o chi seguire, a seconda dell’umore del momento, non è consigliabile. A questo genere di manifestazioni occorre andare preparati.

Perciò la scelta di cosa e chi seguire non può che obbedire ad un criterio preciso: la risposta alla domanda “di cosa ha più bisogno adesso la mia azienda?”.

Per individuare i workshop potenzialmente più utili-interessanti insomma, bisogna fare una piccola analisi della propria azienda e partire dalle sue caratteristiche e obiettivi,  per arrivare a darsi delle priorità. Ecco qualche esempio:

  • sei un’azienda che esporta in Nord America e hai bisogno di essere aggiornato sugli ultimi trend di mercato? I workshop che possono interessarti sono mercoledì 2 dicembre: “I trend di mercato del vino negli USA” (h.9.00),  “Il vino italiano nel mercato americano di oggi” (11.30) , “I molteplici mercato del vino canadese” (h.14.30) e, il 3 dicembre, “Segreti per vendere con successo in America” alle 15.45
  • vuoi sapere le ultime novità legislative in materia di registri di cantina e diritti d’impianto? il 3 dicembre puoi seguire “La dematerializzazione dei registri di cantina” alle 10.45 e “Vigneto anno zero: dai diritti d’impianto alle autorizzazioni, istruzioni per l’uso” alle 14.30
  • ti interessa approfondire il tema della vendita online del vino? sempre il 3 dicembre puoi seguire “La vendita del vino online, le opportunità per i produttori spiegate dai più grandi operatori italiani ed esteri”, alle 17.00 
  • come comunicare meglio vini, azienda e territorio è un tema che verrà affrontato da più relatori: tra gli altri, il 2 dicembre con il workshop “Brand vs Territorio o Brand e Territorio? metodi efficaci per commercializzare vino e territorio” (h.10.15), con “Materiali innovativi e sostenibili per il wine packaging del 21 secolo” (h.15.45) e , il 3 dicembre, con “Lo Storytelling come strumento per il Web marketing” (h.11.30).

Eccetera. Per chi invece, più che di nuove informazioni e nozioni, ha bisogno di persone (consulenti, export manager, brand amabassador e simili),  in entrambe le giornate si terrà anche uno spazio dedicato agli incontri tra aziende e professionisti.